Arriva“Criseide”: dall’Iliade alla liberazione delle donne.

France eMotion – Il viaggio animato a Milano
6 ottobre 2018
Tour Viva Leonardo Da Vinci il visionario
21 ottobre 2018
Show all

Arriva“Criseide”: dall’Iliade alla liberazione delle donne.

Arriva“Criseide” a Milano: dall’Iliade alla liberazione delle donne.

Il 19 ottobre 2018,  si apriranno le porte della prestigiosa location di Villa Litta Modignani a Milano  per la proiezione in anteprima dell’opera di video-arte CRISEIDE, che per la prima volta viene presentata in Italia al pubblico e alla critica dopo la sua realizzazione negli Stati Uniti.

Questo non fa che positivamente confermare, ancora una volta, la sempre forte attualità del tema della condizione femminile nella nostra società, nella nostra vita e, perché no, anche nella nostra politica. Un grande progetto di Videoarte a Villa Litta.CRISEIDE, (che si richiama alla tragica vicenda narrata da Omero nell’Iliade), scritta e diretta dal regista Max Leonida, è basata sull’idea e sul soggetto originale di Simona Sanfilippo ed è prodotta da Paola Cipollina.

Il video è stato realizzato interamente a Hollywood, (dove Max e sua moglie Paola vivono e lavorano ormai da oltre sette anni) ed il team con cui hanno collaborato per la realizzazione si può assolutamente definire italo/americano, un gruppo di grandi e bravi professionisti la metà dei quali viene da un’Italia ancora capace di affermare potentemente le proprie eccellenze oltreoceano e nel mondo.

Nata da una forte passione e da un autentico atto d’amore per la vita stessa, l’opera di video-arte CRISEIDE vuole narrare, per immagini altamente evocative e simboliche, il difficile e spesso doloroso cammino di liberazione della donna d’oggi e di sempre. Com’è immaginabile questa rappresenta una tematica estremamente privata e personale eppure, al tempo stesso, è uno scottante argomento di rilievo fortemente culturale e sociale, che mai come in questi tempi di grandi contraddizioni porta a riflettere su quanto ancora siamo schiavi di schemi comportamentali stereotipati, antiquati ed ormai praticamente privi di senso.

Basata sulla forte e personale esperienza dell’attrice Simona Sanfilippo, l’opera si è quindi sviluppata a quattro mani assieme a Max Leonida, le loro sensibilità si sono incontrate e da lì in poi, quasi naturale, è nato il profondo desiderio di tradurre tutto in poesia visuale, attraverso quello che le immagini di un breve film d’arte possono dire più di un milione di parole.

Sin da quando l’opera di video-arte è stata proposta ha immediatamente riscosso un grande ed appassionato interesse, anche e soprattutto all’interno delle istituzioni politiche e sociali sia in Italia che in USA e come nelle migliori storie tutti hanno immediatamente accolto con viva attenzione il potente e liberatorio messaggio che l’opera stessa contiene.

Giuseppe Lardieri, Presidente del Municipio 9 di Milano, con Armando Vimercati, direttore della Biblioteca di Affori, ha voluto generosamente offrire lo spazio di Villa Litta Modignani restaurata e tornata all’antico splendore, per una speciale proiezione/presentazione ufficiale, alla quale seguirà un breve dibattito con la stampa presente e gli invitati. Parteciperà anche l’avvocato Pier Paolo Greco, presidente nazionale dell’associazione “Divieto di Femminicidio”.

Saranno presenti oltre al regista Max Leonida, Simona Sanfilippo e Paola Cipollina, produttrice e responsabile del sito FB “Italiani a Los Angeles”.

Villa Litta Modignani

19 ottobre 2018: 20.30 proiezione e dibattito.

  Villa Litta Modignani, Viale Affori 21 (M3 Gialla, Uscita “Affori Centro”)

 

Max Leonida nato a Milano, vive a Los Angeles da otto anni. E’ regista e autore. Ha diretto tre film: ”Mandala”,”Backward” (che ha partecipato al Festival di Cannes), girati in Italia; “Beauty in the broken” a Los Angeles. Inoltre ha diretto sempre in America una serie TV con Ronn Moss.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>