Enzo Signorelli: fotoreporter e creatore d’olio etneo da premi

La Francia riapre le frontiere il 15 giugno
5 Giugno 2020
Bomaki: allarga i dehors dei magnifici sette e riparte in sicurezza
6 Luglio 2020
Show all

Enzo Signorelli: fotoreporter e creatore d’olio etneo da premi

Enzo Signorelli: fotoreporter e creatore d’olio etneo da premi 

Ho conosciuto Signorelli durante uno degli ultimi viaggi stampa, in Giordania per la precisione, diventandone presto amica; questo signore esperto fotoreporter, colto, raffinato, un vero gentleman, una sera dopocena mi confidò che faceva anche il produttore di olio: “coltivo in maniera tradizionale e non intensiva due oliveti antichi su suolo vulcanico nei territori di Santa Maria di Licodia e Ragalna, due piccoli comuni del parco dell’Etna, in provincia di Catania. Entrambi certificati DOP Monte Etna e IGP Sicilia, gli oliveti si trovano all’interno di una zona di eccellenza della DOP con altitudine media, ottima esposizione al sole e ai venti meridionali. La coltivazione avviene in asciutta, sono solo le piogge a fornire l’acqua necessaria agli olivi. La composizione del suolo, particolarmente ricca di lave antiche, la biodiversità dell’ambiente che circonda gli olivi, l’integrità del terreno con alto grado di inerbimento, ricco di microfauna in superficie, l’apporto moderato di acqua piovana, che è potabile vista l’assenza di inquinamento e la scarsa urbanizzazione dell’area, l’ottima esposizione al sole sono tutti fattori che elevano notevolmente la qualità degli extravergine ottenuti”.

Prosegue: “la coltivazione è molto più che biologica, direi assolutamente naturale. Non faccio alcun impiego di sostanze chimiche, fertilizzanti o altro sul terreno, sugli alberi, sulle olive. Rispetto la biodiversità, l’integrità, la morfologia, l’equilibrio idrodinamico del terreno, fattori determinanti per le qualità organolettiche e biochimiche dell’olio che produco. Il grado di acidità è prossimo allo zero per le particolari caratteristiche del suolo vulcanico, ricco di antiossidanti naturali: i Polifenoli. Sono questi un indicatore importante dell’alta qualità dell’olio, fanno bene alla salute, conservano a lungo l’olio conferendogli il caratteristico gusto leggermente amaro. Sempre più spesso nutrizionisti e cardiologi consigliano l’impiego nella dieta quotidiana di olio extravergine d’oliva di qualità, con alto contenuto di Polifenoli per i benefici effetti di queste sostanze sulla salute e sull’apparato cardiocircolatorio”.

Resto stupita nello scoprire l’amore per questo nuovo lavoro (che dura da oltre otto anni) mentre Enzo continua a raccontare: “da parte mia ho fatto poco o nulla in realtà, limitandomi a rispettare l’ambiente, il terreno, la biodiversità, in maniera molto più rigida dei disciplinari, adottando in campo procedure di lavoro assolutamente sostenibili, facendo praticamente tutto a mano. Conservando e trasportando le drupe in modo da ridurre al minimo i tempi, gli stress termici e meccanici con l’obbiettivo di ottenere in oleificio la migliore molitura possibile. La molitura viene eseguita a freddo mediante estrazione in continuo, esclusivamente con mezzi meccanici, entro poche ore dalla raccolta per mantenere inalterate le caratteristiche delle olive.
Curo personalmente la potatura, lavoro e seguo tutte le operazioni in campo e fuori: dalla raccolta alla molitura, all’imbottigliamento esclusivamente in vetro. Già nel 2015 avevo fatto diverse prove e moliture ottenendo un extravergine che aveva entusiasmato molto il grande Gualtiero Marchesi, che lo aveva assaggiato a mia insaputa grazie all’iniziativa di amici comuni. Questo episodio, del tutto inaspettato, mi ha motivato moltissimo spingendomi a continuare sulla strada che avevo intrapreso, seguendo ancora più scrupolosamente la mia filosofia”. Durante la campagna 2019-2020 ho prodotto ancora due varietà di olio, una per ogni oliveto come faccio sempre, che sono una Cru e una Grand Cru

Ovviamente una cura così scrupolosa dei dettagli, la selezione accurata delle olive e la raccolta anticipata premiano per la qualità dell’olio prodotto a svantaggio della quantità, di molto ridotta rispetto alla media degli altri olivicoltori della zona. Produrre secondo i criteri di Signorelli ha praticamente triplicato i costi, richiedendo molto impegno in campo e fuori. Proprio da questi fattori dipende il prezzo degli extravergine che si collocano su una fascia medio-alta di un mercato piuttosto ristretto. Una community formata da chi tiene molto alla qualità e alla genuinità, che vuole un prodotto veramente naturale, pulito, sano. Confidando molto sul passaparola, tanti amici, chef (qualcuno stellato), gourmet e persone particolarmente attente all’alimentazione acquistano questo pregiato olio d’oliva. Per il momento non si vende online, né in negozio; viene privilegiato il rapporto diretto tra il produttore e chi decide di utilizzare gli extravergine.

Per informazioni e acquisti potete contattare direttamente il produttore: Enzo Signorelli +39 335 6889498 esignorelli@mac.com


PREMI RICEVUTI

L’extravergine di oliva Contrada Difesa – Antica Proprietà Tomaselli 2019 è stato premiato con le 5 Gocce Bibenda 2020, assegnate dalla Fondazione Italiana Sommelier ai migliori extravergine d’Italia, poche decine su tutto il territorio nazionale; e inserito nell’apposita sezione della guida Bibenda Oli 2020.

L’olio EVO “Contrada Difesa – Antica Proprietà Tomaselli” Grand Cru vince il primo premio della propria categoria d’appartenenza al concorso Morgantìnon 2020. Il Morgantìnon è una competizione molto tecnica, riservata agli extravergine d’oliva siciliani, che ogni anno mette a confronto i migliori produttori dell’Isola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>