Francia: mare e Midi per vacanze settembrine

Borgogna: cinque idee per scoprirla al top
2 Settembre 2020
Il successo di VOICE premia il coraggio di IEG
15 Settembre 2020
Show all

Francia: mare e Midi per vacanze settembrine

Francia: mare e Midi per vacanze settembrine

Mare e Midi: un’accoppiata perfetta per una vacanza fatta di sole, di spiaggia, di scoperte, di atmosfera. Quattro proposte speciali, dalla Costa Azzurra alla Provenza, ancora più affascinanti a fine estate.

Mentone, Riviera e Meraviglie
Mentone si trova sulla punta della Costa Azzurra non lontano dal confine Italiano. Ricca di sole, gode di un clima mite che le regala una ricca vegetazione mediterranea sparsa su tutto il territorio. Al suo interno fiorisce ogni tipo di vegetazione semi-tropicale tra cui il limone. Emblema di Mentone per eccellenza, l’agrume viene celebrato nella famosa Festa del Limone che si svolge ogni anno tra febbraio e marzo.
Ecco qualche novità:
Dopo il mare e le splendide spiagge, da scoprire l’affascinante Museo Cocteau, nel grande spazio progettato dall’archistar Rudy Ricciotti e nella sede storica al Bastione, e poi il fascino delle stradine del centro, la chiesa barocca di Saint Michel e i borghi del litorale, che regalano panorami mozzafiato: Castellar, Gorbio, La Turbie arroccato a 500 metri d’altitudine con il monumentale Trofeo delle Alpi, Roquebrune-Cap Martin con il famoso Cabanon di Le Corbusier e la Villa E-1027 di Elieen Gray. In fatto di gusto, c’è il leggendario Mirazur, il ristorante dello chef 3 stelle Mauro Colagreco; che ha aperto sull’Esplanade de Sablettes, davanti al vecchio porto, anche la sua prima pizzeria, Pecora Negra, informale e per tutte le tasche: pizze e piatti della tradizione mediterranea no stop, dalle 11 alle 23.
www.menton-riviera-merveilles.fr

Mentone

Antibes-Juan les Pins al ritmo del jazz
Antibes, situata tra Nizza e Cannes, è famosa per il suo centro storico racchiuso dai bastioni del XVI secolo con il suo Fort Carré a forma di stella. La costruzione si affaccia sui lussuosi yacht del port Vauban che portano a sognare di feste, cene romantiche e escursioni in mare.
Il promontorio di Cap d’Antibes, coperto dalla vegetazione, separa Antibes da Juan-les-Pins, una località chic con una vita notturna vivace e il famoso festival musicale Jazz à Juan.
La capitale francese del jazz, scenario di Jazz à Juan, il più antico e prestigioso festival, è sempre piacevole da scoprire e riscoprire. Passeggiare fra le ricchezze naturali del Cap d’Antibes, nei luoghi amati da Picasso, Ernest Hemingway, Scott e Zelda Fitzgerald. Splendida la passeggiata lungo il Sentiero di Tire-Poil, all’estremo sud di Cap d’Antibes, 5 km circa (2 ore). E poi girare per il cuore antico di Antibes, racchiuso fra i bastioni, fra le vie delle boutiques, le terrazze dei ristoranti, il tradizionale mercato provenzale, il porto Vauban e il fiorito quartiere Safranier. E’ un piacere seguire la Strada dei Pittori, grazie alle riproduzioni installate nei luoghi in cui furono dipinte opere dei tanti artisti che sono stati qui, affascinati dalla luce unica e dai colori magici. Imperdibile il Museo Picasso al Castello Grimaldi, che presenta capolavori del grande artista, che nel 1946 ebbe qui il suo atelier e realizzò numerose opere lasciandole in dono al museo; ma ci sono anche opere di Nicolas de Staël, Hans Hartung, Miró. Da non mancare anche il piccolo delizioso Museo Peynet.   www.antibesjuanlespins.com

Juan Les Pins

Saint-Tropez, fra veg e mostre
La mitica cittadina di St.Tropez, resa celebre anche dall’iconica attrice Brigitte Bardot, richiama da sempre celebrità e turisti da tutto il mondo.
Al di là dell’intensa vita mondana St.Tropez è anche uno stupendo borgo. I suoi colori pastello sfumano dal rosa all’arancione fino al rosso vivo e incorniciano un romantico porto dove le barche ondeggiano placide, e piazzette dove vedere la gente del posto che gioca alla “petanque” (le bocce) o districarsi nel vivace e famoso mercato del martedì e del sabato.
Saint Trop’ è una delle destinazioni gastronomiche del mondo; dai ristoranti stellati di alcuni dei grandi della cucina francese (fra cui Alain Ducasse, Eric Fréchon), agli indirizzi “Veg’ Attitude” (il progetto è diventare la prima destinazione Veg’ in Francia), Saint Tropez aggiunge questo plus alle sue molte attrattive, alle spiagge di Pampelonne, all’aperitivo sul porto, alle boutiques e le terrazze del centro. E alcune mostre imperdibili: fino al 31 ottobre Johnny Hallyday al Museo della Gendarmerie e del Cinema. Altre tre importanti mostre sono da vedere fino all’11 ottobre alla Fondazione Linda&Guy Pieters di Place de Lices: Niki de Saint Phalle, Ben (artista che ha decorato anche il faro della località) e Gilbert&George. www.sainttropeztourisme.com

Saint Tropez

Hyères e Porquerolles, il mare e l’arte
Trai i centri più noti della costa mediterrannea francese c’è Hyères, luogo di bellezze naturali e fermento culturale. Personaggi come Tolstoj e la Regina Vittoria la scelsero come meta per prolungati soggiorni, lanciandone la moda.
E inoltre ancora oggi molto apprezzata per le sue isole Porquerolles dette anche “Iles d’Or” (isole d’oro), caratterizzate da una natura incontaminata ben preservata dalla popolazione locale; dei veri paradisi marini protetti!
E’ un piacere infatti dopo una giornata al mare seguire nel centro storico il Percorso delle Arti, fra laboratori di artigiani e artisti, alla scoperta del patrimonio architettonico, illuminato la sera da proiezioni luminose. Imperdibile Villa Noailles, capolavoro di Robert Mallet-Stevens sulla collina. I proprietari, i visconti di Noailes, ricchi aristocratici e mecenati d’arte, hanno ospitato qui artisti famosi da Alberto Giacometti a Jean Cocteau, Pablo Picasso, Luis Buñuel, Man Ray. La Villa ospita dal 15 al 19 ottobre il Festival Internazionale di Moda, fotografia e accessori di moda. Da segnare in agenda un tour in battello alle Iles d’Or, con Port Cros, interamente parco nazionale, terrestre e marino, e Porquerolles, l’isola più grande, dove trascorse lunghi periodi di vacanza lo scrittore Simenon. Qui la Fondazione Carmignac ospita la mostra Prix Carmignac di Fotogiornalismo, 10 anni di reportages, fino all’1 novembre. www.hyeres-tourisme.com

Porquerolles

Per informazioni: 
www.france.fr
Per prepararvi al meglio prima del vostro soggiorno in Francia:
https://it.france.fr/it/prima-della-partenza/informazioni-coronavirus-francia

Luoghi aperti:
https://www.france.fr/fr/campagne/cetetejevisitelafrance-cartographie

Si ringrazia  France.fr per le immagini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>