Sognando Biot, fra arte e natura

Roger Federer si allea con Svizzera Turismo
31 Marzo 2021
Alla scoperta delle case di scrittori nella Parigi d’antan
21 Aprile 2021
Show all

Sognando Biot, fra arte e natura

Sognando Biot, fra arte e natura

E’ un’emozione girare fra gli archi a volta, le porte fortificate, le pietre incise e i mosaici di ciottoli delle stradine, testimonianze del passato del villaggio, feudo dei Templari e poi dei Cavalieri di Malta, con il gioiello della chiesa di Sainte Marie Madeleine (XV secolo) e la magnifica pala d’altare “La Vergine con il Rosario” attribuita a Louis Bréa. 

Il ricordo dei Templari è sempre vivo e anche quest’anno dal 2 al 4 aprile 2021, condizioni sanitarie permettendo, verrà celebrato in una grande festa, fra dimostrazioni di combattimento, spettacoli di suoni e luci, spettacoli equestri, falconeria, invece il mercato medievale è rimandato al 2022. 

 Biot in versione arte è tutta da scoprire. Qui i maestri vetrai condividono la passione per l’arte del vetro soffiato: quattro vetrerie, gallerie e negozi, più di cinquanta creativi: ceramisti, artisti del ferro battuto, gioiellieri, pellettieri, pittori… E musei prestigiosi, dal Museo Nazionale Fernand Léger, al Museo di Storia e Ceramica di Biot, il Museo del Vetro e la Galleria Internazionale del Vetro, l’associazione La Créative di diversi artisti…Un’occasione anche per un’esperienza creativa: un’ora, un giorno o una settimana, con gli artisti per conoscere il loro mestiere e creare un pezzo unico: un vaso di vetro soffiato, una scultura, trasformare un vecchio gioiello, illustrare una storia, scolpire il metallo.  

Più di venti artisti aprono le porte di loro atelier per far vivere un’esperienza unica Gli amanti della natura possono passeggiare lungo i numerosi sentieri segnalati, scoprendo la natura selvaggia del Parco della Brague, 480 ettari tra i comuni di Biot e Valbonne, una passeggiata lungo l’acqua in sintonia con la natura , nel regno del fiume e delle sue favolose cascate, fra paesaggi verdi, accessibili a tutti, qualunque sia l’età e il livello, i sentieri escursionistici di Biot permettono di scoprire i più bei paesaggi mediterranei, osservare resti storici, come vecchi mulini, le cave di cinerite, tracce della presenza romana.

E per i più sportivi, campo da golf e tennis. Con sosta finale d’obbligo nella terrazza di un ristorante tipico, a gustare ricette tradizionali rivisitate con un tocco contemporaneo.

www.biot-tourisme.com

www.cotedazurfrance.fr 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>